Omaggio ad Emidio Greco

Il Festival del Cinema Europeo ha realizzato un omaggio al grande regista italiano, di origini pugliesi. 

BIOGRAFIA

Nel 1964 vince il concorso per il Centro Sperimentale di Cinematografia e si diploma in regia con un saggio d’esame di 27’: Uno due e tre.

Al Centro Sperimentale insegna regia dal novembre 1966 al gennaio 1968.

La collaborazione con il Centro Sperimentale riprende negli anni Novanta: è componente delle commissioni per l’ammissione ai corsi di regia, sceneggiatura, scenografia e costume. Nello stesso periodo tiene seminari e fa da tutor agli allievi di regia per la realizzazione dei film di diploma.

Ancora allievo del Centro Sperimentale, nell’aprile-maggio 1966, gira per la RAI, per la rubrica Cordialmente, il suo primo servizio, un “pezzo” sui costumi da bagno. Dal 1966 al 1980 realizza per la RAI numerosi programmi culturali, documentari ed inchieste (una cinquantina), tra cui: Da una guerra all’altra, sei ore sui rapporti tra economia e politica tra le due guerre (1976-77); Madame Bovary sono io, una biografia di G. Flaubert (1977); L’Italia del boom, un programma in tre ore vincitore del Premio Saint Vincent per la migliore inchiesta televisiva (1979). Nel 1979-80 è l’ideatore e curatore di Uomini e idee del ‘900, una serie culturale in 14 puntate, di una delle quali, Nel labirinto di Borges, è anche il regista.

Nel 1971 gira un documentario sul Cile, Venceremos y vencimos – Cile ’71, di cui, purtroppo, si sono perse le tracce.

Debutta nel lungometraggio a soggetto nel 1974 con L’invenzione di Morel, dal romanzo di A. Bioy Casares. Il film partecipa al Festival di Cannes nella Quinzaine des Réalizateurs e a numerosi altri festival, in Italia ed all’estero. Per due anni (1975-76), L’invenzione di Morel viene proiettato quotidianamente in 9 musei d’arte moderna tra i più importanti d’Europa, nell’ambito della mostra Le macchine celibi.

Nel 1978 gira Niente da vedere niente da nascondere, un documentario sull’artista (e amico fraterno) Alighiero Boetti.

Ehrengard, dal romanzo di Karen Blixen, è del 1982. Presentato alla Mostra di Venezia ’82. L’anno seguente ottiene il premio Cinema e Società per il miglior film tratto da opera letteraria. Non viene distribuito perché la Gaumont Italia, che l’aveva acquistato, fallisce. Nel 2002, vent’anni dopo, Ehrengard riuscirà in distribuzione nelle sale.

Un caso d’incoscienza è del 1984. Viene presentato alla Mostra di Venezia ’84 nella sezione “Film per la TV”, dove riceve ottime critiche e viene richiesto da diverse società. Inutilmente. La RAI, che pure l’aveva finanziato, rifiuta di dare il film in distribuzione, e lo manda in onda a metà luglio, in seconda serata. Solo qualche anno dopo, quando il film è considerato bruciato commercialmente, la Mikado riuscirà ad averlo nel suo listino.

Per la televisione svizzera realizza due programmi culturali: Vivere un’altra vita (1988), una riflessione sulla crisi delle convenzioni cinematografiche, e Contrabbando di idee (1989), sul “cinema di metafora”.

Nel 1991 gira Una storia semplice, dal romanzo di Leonardo Sciascia. Presentato in concorso alla Mostra di Venezia ’91 riceve il Leone d’oro per l’interpretazione a Gianmaria Volonté. Proiettato in altri festival, ottiene premi e riconoscimenti tra cui: primo premio Antigone d’oro al Festival di Montpellier (1992); Nastro d’argento per la sceneggiatura; Globo d’oro per la sceneggiatura e la musica; Grolla d’oro a G. Volonté, E. Fantastichini, R. Tognazzi, M. Dapporto e M. Ghini.

Nel 1998-99 gira Milonga. Presentato in diversi festival, ha ricevuto il Globo d’oro per l’interpretazione a Giancarlo Giannini.

Nel 2001-2 realizza Il Consiglio d’Egitto. In concorso al Festival di Montreal, viene proiettato in diversi festival nazionali ed internazionali. Tra i numerosi premi ricevuti: Globo d’oro della Presidenza al film; Globo d’oro per la musica; menzione speciale del Globo d’oro a Silvio Orlando; Nastro d’argento per la scenografia; Capitello d’oro (miglior film) al Sannio Film Festival.

Del 2007 è L’uomo privato, presentato in concorso alla Festa di Roma.

2010: Notizie dagli scavi, dal racconto omonimo di Franco Lucentini. Fuori concorso alla Mostra di Venezia.


Ehrengard (ITALIA 1982)

Scheda film

In programma al cinema


Gita a Santo Stefano (ITALIA 2009)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


Il Consiglio d'Egitto (ITALIA, FRANCIA, UNGHERIA 2002)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


L'invenzione di Morel (ITALIA 1974)

Scheda film

In programma al cinema


L'uomo privato (ITALIA 2007)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


Milonga (ITALIA 1999)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


Niente da vedere niente da nascondere (ITALIA 1978)

Scheda film

In programma al cinema


Notizie dagli scavi (ITALIA 2010)

Scheda film

In programma al cinema


Un caso d'incoscienza (ITALIA 1984)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


Una storia semplice (ITALIA 1991)

immagine dal film Scheda film

In programma al cinema


Uno due e tre (ITALIA 1966)

Scheda film

In programma al cinema


salento web tv
booking show

Prezzi dei biglietti

  • SALA 1: 5€
  • SALA 2: 1€
  • SALA 3: 1€
  • SALA 4: 1€
  • SALA 5: 3€
X CHIUDI

Concorso di Lungometraggi Europei

I Protagonisti del Cinema Italiano: Toni Servillo

Omaggio ad Emidio Greco

I Protagonisti del Cinema Europeo: Paulo Branco

Premio Lux

Cinema Euromediterraneo: Settimana di Cinema Croato

I Volti del Nuovo Cinema Italiano

Vetrina Centro Sperimentale di Cinematografia

Cinema e Realtà

Puglia Show & SHORT MATTERS!

Anteprime

Incontri e Mostre Fotografiche

Premio Mario Verdone